Archivio, Articoli, Senza categoria, Taccuini di viaggio

Pasqua 2014: un avventura al lago

3

 

E’ stato proprio un grande gruppo quello che ha partecipato ai soggiorni di Pasqua 2014!
Il ritrovo a Cascina Gobba tutti puntuali, e pronti per una settimana di spensierato divertimento…
Sia gli operatori che i vacanzieri erano carichi di quella strana energia che tradotte in chiare lettere avrebbe significato…VOGLIA DI STARE INSIEME!!
Siamo stati fortunati perchè arrivati  Casa Armonia, la struttura che ci ospita per una settimana in quel di San Zeno di Montagna troviamo un clima mite, fresco ma non freddo, e il sole. Qui a San Zeno siamo a 700 metri di altitudine e  bisogna coprirsi, soprattutto alla sera!
Al nostro arrivo troviamo il nostri cuoco, Maurizio, che ci ha già preparato la cena, buona e ricca per dei viaggiatori come noi!
Il tempo di mangiare, poi due chiacchere, una passeggiata nel bel sentierino attorno alla struttura ed è già tempo di prepararsi per la notte: sistemazione nelle camere, una doccia e a domani!
Il giorno dopo sveglia alle 8.30, tutti puntuali, perchè ci aspetta la prima giornata vera di vacanza. Dopo una gustosa colazione fatta di marmellate, latte, caffè d’orzo, biscotti si sta insieme in struttura al mattino per consentire ad operatori e vacanzieri di sistemare per bene le valigie e i vestiti negli armadi a noi dedicati.
Il pomeriggio abbiamo organizzato una gita a Lazise del Garda, una piccole e graziosa località sul lago.
Anche qui una passeggiata, un gelato ed ecco che è arrivato il momento di rientrare alla base… dove il nostro cuoco ci aspetta per la cena.
I dopocena a casa Armonia scorrono piacevoli, con chiacchere, giochi a carte e voglia di stare insieme.
L’indomani il gruppo si muoverà per tutto il giorno quindi… a nanna presto.
infatti il mattino del giorno dopo ci dirigiamo nella vicina Torri del Benaco, anche questo un pittoresco paesino sul lago di Garda con negozietti, botteghe e un bel centro storico.
Il pomeriggio, invece, un parte di vacanzieri visita Garda, località che dà nome all’omonimo lago mentre un piccolo gruppo invece si reca nella vicina e piccola Castelletto, a prendere un gelato e fare un po’ di spesa.
Le giornate sul Garda scorrono in maniera dolce e divertente e le bellezze del luogo fanno sì che il morale della ciurma è sempre molto alto e si vive con allegria ogni momento delle giornate, compresa qualche goccia di pioggia (poche, in verità) che ogni tanto arriva da queste parti…
Il mattino del giorno successivo, domenica di Pasqua, si partecipa alla messa nella chiesa di San Zeno e subito dopo ci si reca in un locale per un aperitivo.
Dopo un ottimo pranzo pasquale decidiamo di visitare il Circo Acquatico di Verona, un tendone con all’interno dei fantastici acrobati che ci fanno venire la pelle d’oca!
Il giorno di Pasquetta invece, complice la pioggia incessante che stavolta non ci dà tregua, lo passiamo visitando prima il Museo di Castelvecchio a Verona; successivamente, dopo aver consumato un pranzo al sacco visitiamo il centro della splendida Verona, con un passaggio obbligato al famoso balcone di Giulietta e Romeo!
Il tempo di qualche foto e via verso la nostra base di San Zeno di Montagna, dove ci aspetta Maurizio con le sue ghiottonerie serali…
Il piatto forte della vacanza lo abbiamo pensato per la giornata di martedì 22 aprile, penultimo giorno di vacanza: decidiamo infatti di salire fin su in cima al Monte Baldo, salendo sulla famosa funivia panoramica “Malcesine – Monte Baldo”.
Arrivati in cima (circa 2000 metri) troviamo … la neve!. Per fortuna ci siamo equipaggiati ben bene come abbigliamento ma il colpo d’cchio sul lago sottostante è magnifico!.
Scattiamo qualche foto di gruppo dopo di che decidiamo di non esporci troppo all’escursione termica e quindi scendiamo per visitare la cittadina turistica di Malcesine, veramente carina e una sorpresa per tutti noi.
Ci gustiamo un gelato in un bar in riva al lago: c’è un bel sole, una brezza piacevole e stiamo a cantare e a scherzare fino a sera! Siamo alla fine del soggiorno e, così, ci raccontiamo e ricordiamo tutte le avventure divertenti che abbiamo trascorso insieme! Un momento magico, quello di Malcesine ma è ora di rientrare perchè dopo cena dobbiamo prepararci per il rientro a Milano del giorno successivo: preparazione delle valigie, docce e make up!.
Il giorno successivo infatti, dopo pranzo, il gruppo di avventurieri ritorna ancora una volta sul furgone stavolta però in direzione Milano, dove ad attendere i vacanzieri ci sono le loro  famiglie. I volti dei partecipanti al soggiorno descrivono l’andamento di questa vacanza: abbracciano chi la mamma, chi papà e zii e sorridono, felici e spensierati, contenti di rivedere la propria famiglia ma felici di una piacevole settimana trascorsa insieme.